Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Home Page > Aree d'intervento > Unità Logistica Centralizzata

 Unità Logistica Centralizzata

Il nuovo magazzino AVEN rifornisce tutte le sette aziende sanitarie, che insistono sui territori delle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza e si caratterizza per l’adozione di metodologie innovative di gestione dei prodotti (farmaci e dispositivi medicali) e della loro movimentazione in un'ottica di forte integrazione tra le aziende associate.

 Unità Logistica Centralizzata

L'innovazione

Il magazzino di AVEN è stato progettato facendo riferimento agli standard logistici più avanzati presenti nelle realtà italiane ed europee.
Con una superficie di circa di circa 5.000 mq ed un’altezza di 12 metri, è dotato di 11 baie, di cui 5 per il ricevimento della merce e 6 per l’uscita.
L’interno è suddiviso in diverse aree: ricevimento merce da fornitore, stock (normale e speciale come: cella frigo, bunker infiammabili, locale stupefacenti), di picking e di spedizione, quarantena.
Nell’area di picking è stata inserita una strumentazione automatizzata del tipo “merce a uomo” che consente di ridurre il numero di risorse impiegate nell’attività di prelievo.
Sempre nell’ottica di ottimizzazione delle risorse, è stata introdotta la gestione dello stock e del picking secondo il confezionamento diverso dei prodotti (per singola confezione, per multipli di confezione, per imballo completo) e sistemi “pick to light” (guida attraverso la luce)  riducendo i tempi di allestimento delle richieste.
L’intero processo logistico funziona in radiofrequenza eliminando l’utilizzo di supporti cartacei.
A regime gestirà a scorta circa 6.200 prodotti diversi: tutti i farmaci comprese le soluzioni infusionali, tutti i dispositivi medici di uso comune, buona parte dei dispositivi medici specialistici. I restanti prodotti specialistici e di uso limitato saranno gestiti in transito. Rimarrà quindi alle singole aziende la gestione dei service e dei beni  in conto deposito.

IngressoPrincipale.jpg

La sicurezza e l’impatto ambientale

Particolare attenzione nella progettazione e nella realizzazione è stata dedicata alla sicurezza ed al risparmio energetico.

L’edificio è stato realizzato nel rispetto dei criteri antisismici previsti dalla normativa vigente.
E' dotato di sistemi di compartimentazione automatica interna in caso di incendio, oltre che impianti di spegnimento a splinker, a lancia, a schiuma e a gas, utilizzati in base alla tipologia di beni stoccati nelle diverse aree in cui è suddiviso. Dispone di pareti ventilate con “effetto camino” per la protezione dagli agenti atmosferici. Queste pareti consentono l’eliminazione della condensa superficiale e l’eliminazione dei ponti termici con conseguente risparmio energetico sia nella stagione estiva che invernale.
E' in grado di produrre 57,5 kWp di energia elettrica mediante pannelli fotovoltaici ed è dotato di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e tecnologica per il trattamento dell’aria.
Il riscaldamento avviene mediante caldaie a condensazione con recupero dell’energia termica dei fumi di combustione; l’installazione di travi fredde permette di migliorare il rendimento, la manutenzione, l’impatto acustico ed il comfort dell’impianto di climatizzazione.
E’ stata realizzata infine un’isola ecologica per la raccolta differenziata dei materiali di scarto: carta e cartone, polietilene, vetro, legno, polistirolo, pile, toner, farmaci.  
Per i trasporti dal magazzino alle aziende sanitarie AVEN è stata privilegiata la scelta di automezzi a basso impatto ambientale.


L’allestimento interno
 
L’allestimento interno presenta tre soluzioni
•   scaffalature a gravità: prodotti a volume medio, alta rotazione, alta quantità di prelievo;
•   sistema automatizzato (traslo elevatore): prodotti a volume medio, alta rotazione, bassa quantità di prelievo. Il traslo elevatore ha una capacità produttiva di 400 prelievi l’ora;
•   scaffalature porta pallet: prodotti ad alto volume e alto peso. I posti pallet disponibili sono circa 4.500.

Sollevatore.JPGTrasportatori.JPGIngressoContenitori.JPG


Operatività e soluzioni informatiche

Tutto il magazzino è coperto da rete wireless e le attività vengono svolte senza supporto cartaceo. Gli operatori sono dotati di terminale portatile in grado di indicare i prodotti da prelevare, la loro ubicazione e la quantità. Il terminale trasmette in tempo reale i dati di prelievo al software gestionale per lo scarico di quanto prelevato. Un sistema automatico basato sul peso dei prodotti permette di controllare prima del trasporto la congruenza tra prelievo ed ordine in modo da ridurre gli errori quanto più possibile (e di conseguenza resi).
Il magazzino predispone i prodotti per l’invio già suddivisi per reparto e la consegna può avvenire o direttamente al reparto richiedente o ad un punto unico secondo le scelte effettuate dalle singole aziende. La frequenza delle consegne, concordata con ciascuna azienda, varia da 1 a 3 volte la settimana.

I prodotti richiesti dai reparti delle 7 aziende vengono validati dai farmacisti locali ed arrivano al magazzino in via informatica.
Le farmacie hanno a disposizione sul portale AVEN una maschera che consente di vedere in tempo reale le giacenze del magazzino, gli ordini emessi, i costi dei prodotti, le schede tecniche, se prodotto in prontuario o no, se in transito, ecc.

Rimangono attive in ogni azienda sanitaria piccole farmacie ospedaliere per la gestione delle emergenze e per la distribuzione diretta.

I costi di gestione del magazzino (personale, utenze, assicurazioni, informatica, ecc) vengono suddivisi tra le aziende utilizzando, quale indicatore, le righe di movimentazione generate dalla singola Azienda rispetto al totale righe movimentate dal magazzino.

La gestione interna di movimentazione

La gestione interna di movimentazione magazzino ed i trasporti sono stati affidati in appalto  alla ditta Coopservice per i prossimi nove anni.

Tempi di attivazione
 

La piena attivazione (ingresso di tutte le 7 Aziende) è prevista a luglio 2014, secondo un calendario che prevede il graduale ingresso delle diverse Aziende; gradualità che si rende necessaria per poter affrontare convenientemente gli eventuali problemi che dovessero derivare da ciascun ingresso.

Nel dettaglio:

-  Luglio 2013: Azienda Usl di Reggio Emilia, Azienda Ospedaliera Reggio Emilia e parte già servita dell’Azienda Usl di Modena (Ospedali di Baggiovara, Sassuolo, Carpi e Mirandola).

-  Ottobre 2013: completamento della fornitura all’Azienda Usl di Modena (Ospedali di Vignola, Pavullo e Castelfranco e servizi  territoriali);

-  Gennaio 2014: Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena;

-  Marzo 2014: Azienda Usl di Piacenza:

-  Maggio 2014: Azienda Usl di Parma;

-  Luglio 2014: Azienda Ospedaliera di Parma.